Termini e condizioni

Condizioni generali di contratto della Seiko Instruments GmbH

(In vigore dal 1° luglio 2019*) (*Solo in traduzione). L'unica versione giuridicamente vincolante di questo documento è quella tedesca)

 

1. portata generale

1.1 I seguenti Termini e Condizioni Standard si applicano a tutti i rapporti commerciali tra noi e gli Acquirenti dei nostri prodotti e servizi (di seguito denominati Acquirenti). Esse valgono solo per gli acquirenti che sono imprenditori ai sensi del § 14 del Codice Civile tedesco (BGB). Le presenti condizioni generali di contratto si applicano anche a tutti i futuri rapporti commerciali con l'Acquirente interessato. Sarà determinante la versione in vigore al momento della conclusione di un ordine. Abbiamo il diritto di modificare le Condizioni Generali di Contratto anche durante il periodo di validità di un ordine, previa comunicazione (almeno un (1) mese). Se l'Acquirente non si oppone per iscritto a tali modifiche entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla notifica, le modifiche si considerano accettate.

1.2 Non riconosciamo le condizioni generali di contratto dell'acquirente se non abbiamo confermato in forma scritta (§ 126 del Codice Civile tedesco (BGB)) che queste sono applicabili. Le condizioni standard dell'Acquirente non si applicano anche nel caso in cui noi forniamo i beni/servizi in questione senza riserve, conoscendone l'esistenza e senza contraddirli di nuovo.

1.3 Ci riserviamo i diritti e i diritti d'autore relativi a stime dei costi, disegni e informazioni simili di natura materiale o immateriale - comprese le informazioni in formato elettronico - e non saranno divulgati a terzi. Se forniamo beni e servizi in base a disegni, modelli, modelli o altre informazioni fornite dall'Acquirente, l'Acquirente garantisce che ciò non viola alcun diritto di terzi tutelati.

 

2. conclusione del contratto, conferma d'ordine

2.1 Le nostre offerte sono soggette a modifiche. Siamo vincolati dalle nostre offerte solo se espressamente indicate come vincolanti, altrimenti devono essere considerate come inviti a presentare offerte.

2.2 L'Acquirente è responsabile dell'esattezza delle informazioni e dei documenti da lui forniti, ad es. disegni, modelli, schemi, ecc. Non abbiamo alcun obbligo di esaminare l'accuratezza e la completezza delle informazioni fornite dall'Acquirente. Se su richiesta dell'Acquirente ci procuriamo le informazioni necessarie per l'esecuzione di un ordine, l'Acquirente è responsabile della verifica e dell'approvazione di tali informazioni.

2.3 Le dichiarazioni da noi rilasciate sono vincolanti solo se firmate da una persona autorizzata dalla direzione. Le informazioni e gli accordi forniti o conclusi verbalmente devono essere confermati anche sotto forma di testo per avere valore legale. Gli ordini non sono da considerarsi accettati fino a quando non vengono confermati in forma di testo. Anche gli accordi sussidiari e le modifiche devono essere confermati in forma di testo. L'Acquirente è vincolato dalla sua offerta per tre settimane. Il contratto sarà concluso se accettiamo l'ordine sotto forma di testo o forniamo la merce/servizi prima della scadenza di questo periodo di impegno.

2.4 Modifiche tecniche minori o scostamenti dalle specifiche contenute in cataloghi, opuscoli e nella conferma d'ordine devono essere accettati come conformi al contratto, purché non pregiudichino l'utilizzo dell'oggetto in questione in conformità al contratto e purché sia ragionevole attendersi che l'Acquirente li accetti. Non è richiesta alcuna notifica di tali deviazioni. Qualora, per motivi di produzione o per altri motivi, vi siano sostanziali variazioni rispetto alle dimensioni, ai pesi, alle illustrazioni, alle prestazioni o al consumo di energia o ad altri costi di esercizio specificati, il committente sarà informato per iscritto delle relative modifiche apportate; se il committente non si oppone entro due settimane dal ricevimento della notifica delle modifiche o conferma la sua accettazione delle stesse per iscritto, le specifiche modificate costituiranno l'unica base del contratto. In questo caso non sarà necessaria alcuna ulteriore conferma da parte nostra.

2.5 Gli errori evidenti, gli errori di stampa, di calcolo, di calcolo, di ortografia e di ortografia non sono vincolanti e non danno diritto a prestazioni.

 

3. consegna, tempi di consegna e assegnazione del rischio

3.1 Il luogo di adempimento per noi è la nostra sede legale e/o l'impianto/deposito di consegna notificato all'Acquirente nella conferma d'ordine. Le spese di trasporto della merce sono a carico dell'Acquirente. Tali costi comprendono le eventuali tasse e i dazi doganali sostenuti a seguito del trasporto, a meno che non sia stato concordato diversamente in forma di testo.

3.2 Il rischio di distruzione o deterioramento accidentale della merce passa all'Acquirente al momento della consegna; se la merce acquistata viene trasportata, il rischio passa all'Acquirente al momento della consegna allo spedizioniere o ad altro vettore. Ciò vale anche nel caso in cui l'Acquirente non abbia espressamente richiesto l'invio della merce e in casi eccezionali in cui ci impegniamo a pagare separatamente le spese di trasporto. In mancanza di istruzioni specifiche da parte dell'Acquirente, sceglieremo un vettore adeguato. Abbiamo il diritto, ma non l'obbligo, di stipulare un'assicurazione di trasporto a spese dell'acquirente per gli articoli acquistati.

3.3 I tempi di consegna indicati sono da considerarsi solo indicativi, a meno che non siano espressamente descritti come vincolanti nella nostra conferma d'ordine. Tutti i tempi di consegna, in caso di azioni in relazione a controversie di lavoro all'interno della nostra azienda o dei nostri fornitori, in particolare scioperi e serrate legali, e in caso di eventi imprevedibili (ad es. forza maggiore, azioni da parte di autorità pubbliche, mancato ottenimento di autorizzazioni ufficiali, carenza di materie prime, etc.) non imputabili a noi, saranno prorogati per la durata delle interruzioni delle nostre attività commerciali causate dai problemi in questione. Non saremo ritenuti responsabili per le circostanze sopra menzionate solo perché si verificano quando siamo già in ritardo. Se non è ragionevole aspettarsi una proroga del termine di consegna, entrambe le parti hanno il diritto di recedere dal contratto.

3.4 Se i tempi di consegna non sono espressamente indicati come vincolanti, non cadremo in mora fino a quando l'Acquirente non emetterà una richiesta di consegna in forma di testo. Tale richiesta non può essere emessa fino ad almeno quattro settimane dopo la scadenza di un termine di consegna non vincolante. Abbiamo diritto a un periodo di grazia del termine di consegna di almeno due settimane dal ricevimento di un sollecito formale.

3.5 Ci riserviamo espressamente il diritto di effettuare consegne parziali e di emettere fatture per queste, a meno che una consegna parziale non sia contraria agli interessi oggettivi dell'Acquirente e l'Acquirente ce lo comunichi per iscritto.

3.6 L'osservanza dei tempi di consegna è subordinata all'adempimento degli obblighi contrattuali da parte dell'Acquirente. Se la spedizione viene ritardata a causa di circostanze di cui il committente è responsabile, il rischio passa al committente il giorno in cui la merce è pronta per il trasporto. In tal caso, su richiesta scritta dell'Acquirente, provvederemo a stipulare un'assicurazione a spese di quest'ultimo.

 

4. prezzi e condizioni di pagamento

4.1 Se non diversamente specificato, i nostri prezzi generalmente applicabili alla conclusione del contratto saranno addebitati per merci, servizi, riparazioni e altre forniture accessorie in proporzione al costo. Questi prezzi sono prezzi netti soggetti all'aggiunta dell'IVA e delle spese di trasporto, imballaggio e trasporto dalla fabbrica o dal magazzino. Se le consegne vengono effettuate oltre l'orario originariamente previsto per motivi imputabili all'Acquirente e i costi salariali o materiali o i prezzi applicati dai nostri fornitori aumentano dopo tale data, saremo autorizzati ad aumentare i prezzi di conseguenza. Aumenti di prezzo superiori al 10% danno diritto al diritto di recesso.

4.2 Se le consegne vengono effettuate oltre l'orario originariamente previsto per motivi imputabili all'Acquirente e i costi salariali o materiali o i prezzi applicati dai nostri fornitori aumentano dopo tale data, saremo autorizzati ad aumentare i prezzi di conseguenza. Aumenti di prezzo superiori al 10% danno diritto al diritto di recesso.

4.3 In caso di ritardo causato dall'Acquirente come indicato al punto 4.2, l'Acquirente è obbligato a risarcire le nostre spese aggiuntive sostenute per l'offerta non andata a buon fine e per il magazzinaggio e la conservazione della merce.

4.4 Se non diversamente concordato in forma di testo, il pagamento è dovuto al più tardi al momento del ritiro dell'articolo acquistato o, se l'articolo è inviato all'Acquirente, al momento della consegna allo spedizioniere o ad un altro vettore. Se concediamo un termine di pagamento, le fatture devono essere pagate al più tardi entro 30 giorni dalla data della fattura, salvo diverso accordo scritto, con la data di ricevimento del pagamento da parte nostra. I pagamenti devono essere effettuati direttamente, senza detrazioni, su uno dei conti indicati nella fattura. I pagamenti effettuati a terzi incidono sull'esonero dal debito solo se tali terzi sono da noi autorizzati in forma testuale all'incasso. Ci riserviamo il diritto di rifiutare assegni e cambiali. Gli assegni e le cambiali saranno accettati solo in ragione dell'esecuzione e senza alcuna garanzia di puntualità nella presentazione o nella contestazione. Tutti i costi e le spese sostenute in relazione ad assegni e cambiali saranno a carico dell'Acquirente e pagabili immediatamente a noi.

4.5 Se il committente è in ritardo con i pagamenti, in parte o in toto, in particolare se le fatture non vengono riscattate puntualmente o gli assegni non vengono riscossi all'atto della presentazione, siamo autorizzati a richiedere l'adempimento di tutti i crediti derivanti dal rapporto commerciale con il committente, con un preavviso di una settimana. Sono comprese le cambiali con scadenza successiva. Possiamo inoltre richiedere l'adempimento immediato di tutti i crediti derivanti dal rapporto d'affari se l'Acquirente sospende i pagamenti o se viene presentata una richiesta in relazione al suo patrimonio per l'avvio di una procedura d'insolvenza o di una procedura simile in giurisdizioni estere o di una procedura di conciliazione in tribunale o in via extragiudiziale o se l'Acquirente richiede una procedura ai sensi del § 270 b InsO. Con la risoluzione di un contratto di distribuzione tutti i crediti associati al rapporto d'affari diventano immediatamente esigibili, indipendentemente dal motivo della risoluzione. Se l'Acquirente cade in mora con il pagamento, senza pregiudizio dei nostri altri e più ampi diritti, addebiteremo un interesse di mora dell'8% al di sopra dell'attuale tasso di base della Banca Centrale Europea.

4.6 Non è consentita alcuna compensazione o esercizio del diritto di trattenuta sulla base di contropretese dell'Acquirente che noi contestiamo e che non sono pronte per la decisione o che non sono state confermate come giuridicamente definitive e vincolanti. Il diritto di ritenzione è escluso se le contropretese dell'Acquirente non si basano sullo stesso rapporto contrattuale.

 

5. riserva di proprietà

5.1 Ci riserviamo la proprietà della merce fino al completo pagamento del prezzo d'acquisto e di tutti gli altri nostri crediti derivanti dal rapporto commerciale con l'Acquirente dovuti al momento della conclusione del contratto, compresi i crediti derivanti in futuro, anche sulla base di contratti simultanei o successivi. Ciò vale anche nel caso in cui tutti o parte dei nostri crediti siano stati inclusi in un conto corrente e il saldo sia stato prelevato e confermato.

5.2 L'Acquirente è autorizzato a rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà ("merce soggetta a riserva di proprietà") nel corso del normale svolgimento dell'attività commerciale solo se cede a noi tutti i crediti che ne derivano nei confronti del suo cliente o di terzi a seguito della rivendita fino all'importo dell'importo totale della fattura finale (IVA inclusa). Con la presente accettiamo la cessione dei crediti. La gestione e l'elaborazione della merce soggetta a riserva di proprietà è ai sensi del § 950 del Codice Civile Tedesco (BGB) effettuata da noi in qualità di produttori. Se, a seguito della lavorazione, gli articoli di diversi proprietari vengono combinati tra loro, la nostra quota di proprietà corrisponderà al rapporto tra il valore dei beni da noi forniti e il valore degli altri beni lavorati al momento della lavorazione. Il valore della merce a questo scopo è il prezzo concordato. Se la nostra merce soggetta a riserva di proprietà viene rivenduta dall'Acquirente insieme ad altri beni, la cessione da parte dell'Acquirente sarà di una quota di primo grado del diritto al prezzo di acquisto pari al valore di fattura della nostra merce soggetta a riserva di proprietà fornita. Se l'Acquirente gestisce un conto corrente con il proprio cliente, la cessione sarà del saldo residuo alla fine di un periodo contabile.

5.3 L'Acquirente ha il diritto di riscuotere il suo credito nei confronti del terzo. Possiamo revocare questa autorizzazione all'incasso se l'Acquirente interrompe i pagamenti, se viene avviata una procedura di insolvenza sul suo patrimonio, se viene presentata una domanda per l'avvio di tale procedura o se l'Acquirente è interessato da qualcos'altro che porta alla disintegrazione del suo patrimonio. In caso di revoca dell'autorizzazione all'incasso, l'Acquirente è tenuto a comunicarci i crediti ceduti e i rispettivi debitori, a fornire tutte le informazioni e a consegnare tutti i documenti necessari per l'incasso dei crediti e a notificare ai debitori la cessione.

5.4 In caso di pignoramento da parte di terzi, l'Acquirente è tenuto a sottolineare i nostri diritti e ad informarci immediatamente. Se il terzo interessato non è in grado di rimborsarci le spese sostenute in sede giudiziale e stragiudiziale in relazione a un'azione ai sensi dell'art. 771 del Codice di Procedura Civile tedesco (ZPO), l'Acquirente sarà responsabile nei nostri confronti di tali costi. Fintanto che la proprietà dei beni è riservata, qualsiasi pegno, trasferimento, locazione o altra azione nei confronti di tali beni che pregiudichi i nostri diritti di sicurezza è consentita solo con la nostra previa approvazione in forma scritta.

5.5 In caso di violazione delle condizioni contrattuali da parte dell'Acquirente, in particolare in caso di ritardo nel pagamento o di violazione di uno degli obblighi di cui sopra, abbiamo il diritto di recedere dal contratto e di richiedere la consegna della merce soggetta a riserva di proprietà. In tal caso avremo il diritto di entrare nei locali dell'Acquirente al fine di far valere il nostro diritto di riserva di proprietà prendendo possesso della merce soggetta a riserva di proprietà. L'Acquirente si fa carico di tutti i costi da noi sostenuti per il ritiro della merce, per la difesa della nostra riserva di proprietà e per l'incasso di eventuali crediti ceduti. Il costo per il recupero e la vendita dei beni è fissato al 15% del ricavato della vendita più IVA all'aliquota attuale, senza che sia stata richiesta alcuna prova. La prova di costi di utilizzo più o meno elevati è riservata. Il ricavato della vendita sarà accreditato all'Acquirente dopo aver dedotto tutti i costi sostenuti.

5.6 Se il valore delle garanzie esistenti supera di oltre il 10 % i crediti garantiti, su richiesta del committente siamo obbligati a svincolare le garanzie fino all'importo corrispondente in forma scritta.

5.7 Se l'Acquirente paga il prezzo d'acquisto o una parte di esso con una cambiale o un assegno, la riserva di proprietà e il credito su cui essa si basa non si estingue fino al riscatto della cambiale o dell'assegno o all'accredito incondizionato.

 

6. difetti di materiale

6.1 L'Acquirente è tenuto ad esaminare immediatamente la merce ricevuta e a verificarne l'integrità, la completezza e i difetti, segnalandoci tempestivamente eventuali difetti sotto forma di testo. In caso contrario, sarà esclusa qualsiasi rivendicazione di garanzia e la merce sarà considerata approvata, a meno che il difetto in questione non fosse impossibile da rilevare durante l'esame. Se un tale difetto si manifesta in un secondo tempo, deve essere segnalato senza indebito ritardo sotto forma di testo. In caso contrario la merce sarà considerata approvata. L'onere della prova per tutti i reclami, in particolare per il difetto stesso, il momento della scoperta del difetto e la tempestività del reclamo è a carico dell'Acquirente. La nostra responsabilità ai sensi del § 444 del Codice Civile tedesco (BGB) rimane invariata.

6.2 Il diritto di garanzia dell'acquirente si limita inizialmente alla riparazione del difetto. Dopo due successivi tentativi di rimedio infruttuosi, l'Acquirente avrà il diritto di far valere tutte le altre richieste di garanzia previste dalla legge. A nostra discrezione, possiamo scegliere di rimediare o riparando il difetto o fornendo una sostituzione, a meno che l'Acquirente non abbia un interesse particolare degno di essere rispettato, il che esclude una delle due opzioni di rimedio.

6.3 Abbiamo il diritto di rifiutare il rimedio successivo fino a quando l'Acquirente non abbia pagato un importo proporzionale del compenso concordato. Il compenso può essere trattenuto solo in proporzione alla differenza tra il valore effettivo della merce al momento della conclusione del contratto e il valore della merce sarebbe stato ineccepibile e il valore reale. Ciò non vale se la merce fornita era un articolo standard e noi scegliamo di rimediare fornendo un articolo privo di difetti.

6.4 Sono escluse le richieste di risarcimento da parte dell'Acquirente per i costi, in particolare i costi di trasporto, di viaggio, di manodopera e di materiale, sostenuti ai fini del rimedio, nella misura in cui tali costi aumentino in quanto la merce è stata successivamente fornita in un luogo diverso dai locali dell'Acquirente, a meno che tale trasporto non corrisponda all'uso previsto della merce.

6.5 Non sussiste alcun diritto di garanzia per difetti materiali se l'oggetto fornito si discosta solo leggermente dalle caratteristiche e dall'utilità concordate contrattualmente, a meno che ciò non pregiudichi in modo irragionevole gli interessi dell'Acquirente.

6.6 I reclami per difetti non sussistono quando questi sono dovuti alle seguenti cause: uso eccessivo o improprio, normale usura, guasto dei componenti del sistema circostante, errori di software non riproducibili, montaggio/commissionamento difettoso da parte dell'Acquirente o di terzi, attrezzature non adatte o influenze chimiche, elettrochimiche o elettriche, a meno che le cause di cui sopra non siano attribuibili a noi. Sono escluse anche le richieste di risarcimento se le modifiche o le riparazioni vengono effettuate successivamente dall'Acquirente o da terzi, a meno che queste non rendano più difficile l'analisi e la correzione di un difetto materiale.

6.7 Le richieste di risarcimento per difetti materiali scadono entro un anno dal termine di prescrizione legale. Qualora la legge prescriva termini di prescrizione più lunghi per i contratti di vendita di cui al § 438 comma 1 n. 2 del Codice Civile tedesco (BGB) per gli edifici e gli oggetti edilizi, si applicano tali termini. Ciò vale anche nel caso in cui la legge prescriva termini di prescrizione più lunghi per i contratti di lavoro e servizi di cui al § 634a comma 1 n. 2 del Codice Civile tedesco (BGB) per gli edifici e i servizi di pianificazione e vigilanza, il cui successo dipende da un termine di prescrizione più lungo. Restano impregiudicate anche le altre disposizioni speciali di legge in materia di prescrizione (in particolare il § 438 comma 1 n. 1.71 comma 3, §§ 444, 445b BGB). I termini di prescrizione legali si applicano anche in caso di violazione intenzionale o di grave negligenza, di occultamento fraudolento di un difetto o di qualsiasi lesione alla vita, all'incolumità fisica o alla salute da parte nostra o in caso di responsabilità da prodotto.

 

7. vizi di legge

7.1 Per la violazione di diritti di terzi siamo responsabili solo se la nostra prestazione è conforme al contratto e in particolare all'uso previsto dal contratto della merce acquistata. La responsabilità per la violazione di diritti di terzi si applica all'interno dell'Unione Europea e in loco solo se i beni/servizi in questione sono messi a disposizione in conformità al contratto.

7.2 Qualora vengano avanzate pretese nei confronti dell'Acquirente sulla base di una violazione dei diritti rivendicati da terzi, saremo immediatamente informati dall'Acquirente sotto forma di testo per consentirci di difenderci da tali pretese.

7.3 Se la nostra fornitura di beni/servizi comporta una violazione dei diritti di terzi, a nostra discrezione

  • ottenere il diritto insindacabile per l'Acquirente di utilizzare i beni/servizi o
  • modificare i nostri beni/servizi in modo che non violino più alcun diritto o
  • richiamare i beni/servizi da noi forniti nei casi in cui non sia possibile rimediare alla situazione ad un costo ragionevole, si tiene adeguatamente conto degli interessi dell'Acquirente.

7.4 Le richieste di risarcimento per vizi di legge si estinguono con la limitazione di cui al comma 6.7.

 

8. limitazione di responsabilità

8.1 Siamo responsabili:

  • i nostri obblighi ai sensi della legge tedesca sulla responsabilità del prodotto,
  • le perdite derivanti da lesioni alla vita, agli arti o alla salute di cui noi, i nostri rappresentanti legali o i nostri agenti ausiliari siamo responsabili e
  • tutte le perdite causate deliberatamente o per grave negligenza da parte nostra, dei nostri rappresentanti legali o dei nostri agenti ausiliari.

8.2 In caso di lieve negligenza, ad eccezione dei casi di cui al capoverso 8.1, rispondiamo solo in caso di violazione di un obbligo contrattuale sostanziale (per obblighi sostanziali si intendono quegli obblighi il cui adempimento consente in primo luogo la corretta esecuzione del contratto e sulla cui osservanza le parti contraenti possono regolarmente fare affidamento). In questo caso la nostra responsabilità per danni materiali e pecuniari è limitata ai danni prevedibili tipici del tipo di contratto in questione. In caso di consegne e/o carenze non saremo responsabili per i danni conseguenti, tranne nei casi di cui al punto 8.1.

8.3 La nostra responsabilità per la perdita di dati è limitata ai costi per il ripristino dei dati di backup.

8.4 Le disposizioni di limitazione di cui al comma 6.7 si applicano per analogia.

 

9. deterioramento della posizione patrimoniale dell'Acquirente / annullamento di ordini

9.1 Se il committente diventa insolvente dopo la conclusione del contratto, se viene presentata una richiesta di apertura di una procedura di insolvenza per il suo patrimonio o di una procedura analoga in giurisdizioni estere o se il committente richiede una procedura ai sensi del § 270 b della legge tedesca sull'insolvenza (InsO) o se, dopo la conclusione del contratto, si verificano circostanze che pregiudicano in modo sostanziale la solvibilità del committente, siamo autorizzati a rifiutare la consegna fino a quando il prezzo previsto dal contratto non sia stato interamente pagato o il committente non abbia fornito una garanzia. Lo stesso vale nel caso in cui non veniamo a conoscenza dei fatti che portano ad un sostanziale deterioramento della posizione patrimoniale dell'Acquirente fino a dopo la conclusione di un contratto, sebbene essi siano già stati applicati prima di tale conclusione.

9.2 Qualora l'Acquirente non fornisca il corrispettivo dovuto e/o non fornisca garanzie per il suo corrispettivo entro un termine ragionevole, siamo autorizzati a recedere dal contratto e/o a richiedere il risarcimento dei danni. Abbiamo inoltre il diritto di opporci a qualsiasi rivendita e/o ulteriore lavorazione della merce fornita con riserva di proprietà e di richiedere che la merce soggetta a riserva di proprietà venga immagazzinata separatamente fino a quando l'Acquirente non adempie all'obbligo di pagare il prezzo di acquisto per la restante merce soggetta a riserva di proprietà o di fornire un adeguato importo di garanzia. Ciò non pregiudica il nostro diritto di rescindere il contratto. Se scegliamo di richiedere un risarcimento danni, abbiamo il diritto di richiedere il pagamento di un risarcimento forfettario pari al 15% del valore dell'ordine più IVA, oltre ai costi già sostenuti. È riservato il diritto di provare che la perdita è stata maggiore o minore.

 

10. sconti sulle vendite, premi e altri benefici

Gli sconti sulle vendite, i bonus, gli abbuoni pubblicitari o qualsiasi altro vantaggio da noi concesso in funzione del volume totale di affari con l'Acquirente per un determinato periodo di tempo, si verificheranno solo se in questo momento non vi sono prove sostanziali che portino a concludere che l'Acquirente nel periodo successivo cesserà l'attività, cesserà i pagamenti o diventerà insolvente. Nella misura in cui abbiamo concesso queste prestazioni in anticipo e prima della fine del rispettivo periodo, abbiamo il diritto di chiedere il rimborso di tali prestazioni, se alla fine del rispettivo periodo vi è la prova di cui sopra.

 

11° Varie

11.1 Si applica il diritto tedesco, con esclusione di ogni ulteriore riferimento al diritto internazionale privato tedesco. È esclusa l'applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci (CISG).

11.2 Se l'Acquirente è un commerciante ai sensi del diritto tedesco (Kaufmann), una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico, il foro competente per tutte le controversie derivanti dal presente contratto, comprese le azioni relative a cambiali o assegni, è il luogo in cui la nostra società è registrata per l'attività commerciale o, a nostra discrezione, il luogo in cui l'Acquirente è registrato. Lo stesso vale se l'Acquirente non ha un foro legale generale in Germania o se il luogo di residenza o il domicilio abituale dell'Acquirente non è noto al momento dell'azione legale. 11.3 Se non diversamente concordato, il luogo di adempimento per la nostra fornitura di beni/servizi è la nostra sede aziendale. Lo stesso vale per gli obblighi dell'Acquirente.

11.4 Nel caso in cui siamo obbligati per legge a ritirare materiali di imballaggio o merci, l'Acquirente è tenuto a consegnarli gratuitamente al nostro magazzino di distribuzione.

----

Condizioni generali di contratto della Seiko Instruments GmbH

(Valido dal 1° luglio 2019)

 

1. campo di applicazione generale

1.1 Le seguenti condizioni generali di contratto si applicano a tutti i rapporti commerciali tra noi e gli acquirenti dei nostri prodotti e servizi (di seguito denominati acquirenti). Si applicano solo ai clienti che sono imprenditori ai sensi del § 14 del BGB. Le presenti condizioni valgono anche per tutte le transazioni future con il cliente. È determinante la versione valida al momento della stipula del contratto. Siamo inoltre autorizzati a modificare le Condizioni Generali di Contratto durante la durata del contratto con un ragionevole (almeno un (1) mese) preavviso. Se il Cliente non si oppone per iscritto a queste modifiche entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla notifica, le modifiche si considerano approvate.

1.2 Non riconosciamo le condizioni generali di contratto del cliente se non accettiamo la loro validità sotto forma di testo (§ 126 a BGB). Le condizioni generali di contratto del cliente non si applicano anche se noi effettuiamo la consegna/servizio senza riserve a conoscenza di queste senza obiezioni.

1.3 Ci riserviamo i diritti di proprietà e i diritti d'autore su preventivi di spesa, disegni e informazioni simili di natura fisica e non fisica - anche in forma elettronica; essi non possono essere resi accessibili a terzi. Nella misura in cui abbiamo fornito forniture e servizi secondo disegni, modelli, campioni o altri documenti forniti dal cliente, il cliente garantisce che non vengono violati i diritti di proprietà di terzi.

 

2. conclusione del contratto, conferma d'ordine

2.1 Le nostre offerte sono soggette a conferma. Saremo vincolati dalle nostre offerte solo se espressamente designate come vincolanti, altrimenti saranno considerate un invito a presentare offerte.

2.2 L'acquirente è responsabile della correttezza delle informazioni e dei documenti da lui forniti, come disegni, misuratori, campioni o simili. Non abbiamo l'obbligo di verificare la correttezza e la completezza delle informazioni fornite dal cliente. Se, su richiesta del cliente, determiniamo le informazioni necessarie per l'esecuzione del contratto, il cliente è responsabile della verifica e dell'approvazione delle informazioni da noi determinate.

2.3 Le dichiarazioni da noi rilasciate sono vincolanti solo se firmate da una persona autorizzata dalla direzione. Per essere efficaci, le informazioni e gli accordi orali devono essere confermati anche sotto forma di testo. Gli ordini vengono accettati solo se sono stati da noi confermati in forma di testo; anche gli accordi sussidiari e le modifiche richiedono la conferma in forma di testo. L'acquirente è vincolato alla sua offerta per tre settimane. Il contratto si intende perfezionato se abbiamo confermato l'accettazione del contratto in forma scritta o se abbiamo effettuato la consegna/servizio prima della scadenza del periodo di validità.

2.4 Le modifiche tecniche minori o le divergenze rispetto alle informazioni contenute nei nostri cataloghi, negli opuscoli e nella conferma d'ordine sono accettate come conformi al contratto, a condizione che non pregiudichino l'utilizzo contrattuale dell'oggetto e che siano ragionevoli per il cliente. Tali deviazioni non necessitano di notifica. Se, a causa della produzione o per altri motivi, dovessero verificarsi cambiamenti significativi nelle dimensioni, nei pesi, nelle illustrazioni, nelle prestazioni, nel consumo di energia e negli altri costi di esercizio, il cliente sarà informato per iscritto delle relative modifiche; se il cliente non dichiara il suo rifiuto entro due settimane dal ricevimento della notifica di modifica o se accetta le modifiche mediante conferma per iscritto, solo i dettagli modificati costituiranno la base del contratto. In questo caso non è necessaria alcuna ulteriore conferma da parte nostra.

2.5 Errori evidenti, errori di stampa, di calcolo, di ortografia e di calcolo non sono vincolanti e non giustificano una richiesta di prestazioni.

 

3. consegna, termini di consegna e trasferimento del rischio

3.1 Il luogo di adempimento del nostro obbligo di adempimento è la nostra sede o il magazzino di fabbrica/consegna che viene comunicato all'acquirente nella conferma d'ordine. Le spese di spedizione della merce sono a carico del cliente. Tali costi comprendono anche le tasse e i dazi doganali causati dalla spedizione. Ciò vale, se non diversamente concordato per iscritto. 3.2 Il rischio di perdita accidentale o di deterioramento accidentale della merce passa al cliente al momento della consegna al cliente, in caso di vendita a destinazione già al momento della consegna allo spedizioniere o ad altra persona addetta al trasporto. Ciò vale anche nel caso in cui la spedizione della merce non sia stata espressamente richiesta dal cliente e nel caso in cui ci assumiamo eccezionalmente le spese di spedizione in base ad un accordo separato. In mancanza di istruzioni specifiche da parte del cliente, saremo responsabili della scelta di un vettore adeguato. Siamo autorizzati, ma non obbligati, a stipulare un'assicurazione sul trasporto dell'oggetto d'acquisto a spese dell'acquirente.

3.3 I termini di consegna indicati si intendono concordati solo approssimativamente, a meno che non siano espressamente indicati come vincolanti nella nostra conferma d'ordine. I termini di consegna si prolungano per la durata delle interruzioni delle nostre attività commerciali causate da tali impedimenti in caso di provvedimenti nell'ambito di controversie industriali nella nostra azienda o presso i nostri fornitori, in particolare in caso di scioperi e serrate legali, nonché in caso di eventi imprevisti (ad es. forza maggiore, provvedimenti governativi, mancato ottenimento di permessi ufficiali, carenza di materie prime, ecc. Non siamo responsabili delle suddette circostanze perché si verificano durante un ritardo già esistente. In caso di proroga irragionevole del termine, entrambe le parti del contratto hanno il diritto di recedere dal contratto.

3.4 A meno che i termini di consegna non siano espressamente designati come vincolanti, siamo in mora di consegna solo se il cliente ce lo richiede per iscritto, il che non può avvenire prima di quattro settimane dalla scadenza del termine di consegna non vincolante. Dopo aver ricevuto il sollecito, abbiamo diritto ad un periodo di grazia di almeno due settimane per effettuare la consegna.

3.5 Ci riserviamo espressamente il diritto di effettuare consegne parziali e di emettere fatture parziali, a meno che la consegna parziale non sia contraria all'interesse oggettivo del cliente e il cliente ce lo comunichi per iscritto.

3.6 Il rispetto del termine di consegna presuppone l'adempimento degli obblighi contrattuali dell'acquirente. Se la spedizione viene ritardata a causa di circostanze di cui il cliente è responsabile, il rischio passa al cliente il giorno della disponibilità alla spedizione. Su richiesta in forma di testo e a spese del cliente, in questo caso stipuliamo un'assicurazione.

 

4. prezzi e condizioni di pagamento

4.1 Se non diversamente specificato, il compenso per beni, servizi, riparazioni e altre prestazioni accessorie viene addebitato in base al tempo e all'impegno, ai nostri prezzi generalmente validi al momento della stipula del contratto. I prezzi sono prezzi netti più l'imposta sulle vendite applicabile per legge più le spese di trasporto, imballaggio e spedizione franco fabbrica o magazzino.

4.2 Se le consegne vengono effettuate dopo la data originariamente prevista per motivi imputabili al cliente e se i costi salariali e materiali o i prezzi dei fornitori aumentano a partire da tale data, siamo autorizzati ad aumentare i prezzi di conseguenza. Se i prezzi aumentano di oltre il 10%, l'acquirente ha il diritto di recedere dal contratto.

4.3 In caso di mora del cliente ai sensi del punto 4.2, il cliente è tenuto a rimborsarci le spese aggiuntive da noi sostenute per l'offerta non andata a buon fine nonché per il magazzinaggio e la conservazione della merce.

4.4 Se non diversamente concordato per iscritto, le fatture sono dovute per il pagamento al più tardi al momento dell'incasso dell'oggetto dell'acquisto o, in caso di spedizione, alla consegna allo spedizioniere o al vettore. Se concediamo un termine di pagamento, le fatture sono pagabili entro e non oltre 30 giorni dalla data della fattura, salvo diverso accordo scritto. Decisiva per la tempestività è la ricezione del pagamento da parte nostra. I pagamenti devono essere effettuati direttamente a noi senza detrazioni sui conti indicati in fattura. I pagamenti a terzi hanno effetto liberatorio solo se da noi autorizzati all'incasso sotto forma di testo. Ci riserviamo il diritto di non accettare assegni o cambiali. L'accettazione di assegni o cambiali è solo in ragione dell'esecuzione e senza garanzia di una presentazione tempestiva o di una protesta tempestiva. Tutte le spese e i costi dell'assegno o della fattura sono a carico dell'acquirente e devono essere pagati immediatamente.

4.5 Se il cliente è in mora con i pagamenti in tutto o in parte, in particolare se le cambiali scadute non vengono onorate in tempo o gli assegni non vengono onorati alla presentazione, possiamo avanzare tutti i crediti derivanti dal rapporto d'affari con il cliente dovuti per il pagamento con un preavviso di una settimana; ciò vale anche per le cambiali con scadenza successiva. Inoltre, possiamo rendere immediatamente esigibili tutti i crediti derivanti dal rapporto d'affari se il cliente sospende i pagamenti o se viene richiesta l'apertura di una procedura di insolvenza o di concordato giudiziale o extragiudiziale o di una procedura analoga in sistemi giuridici esteri sul suo patrimonio o se egli richiede una procedura ai sensi del § 270 b InsO. Con la risoluzione di un contratto di distribuzione, anche tutti i crediti relativi a questo rapporto d'affari diventano immediatamente esigibili, indipendentemente dal motivo della risoluzione. In caso di ritardo nel pagamento da parte del cliente, addebiteremo un interesse di mora dell'8% sul rispettivo tasso di base della Banca Centrale Europea, fatti salvi i nostri altri e ulteriori diritti.

4.6 È esclusa la compensazione o l'esercizio del diritto di ritenzione a causa di eventuali contropretese del cliente da noi contestate e che non sono pronte per la decisione o non sono legalmente stabilite. L'esercizio del diritto di ritenzione è escluso anche nella misura in cui le contropretese dell'acquirente non si basano sullo stesso rapporto contrattuale.

 

5. riserva di proprietà

5.1 Ci riserviamo la proprietà della merce fino al completo pagamento del prezzo d'acquisto e tutti gli altri nostri crediti dovuti al momento della conclusione del contratto dal rapporto d'affari con l'acquirente, compresi i crediti derivanti in futuro, compresi i crediti derivanti da contratti conclusi contemporaneamente o successivamente. Ciò vale anche nel caso in cui singoli o tutti i nostri crediti siano stati inclusi in un conto corrente e il saldo sia stato raggiunto e riconosciuto.

5.2 Il cliente è autorizzato a rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà nel corso del normale svolgimento dell'attività commerciale solo se cede a noi tutti i crediti per l'importo dell'importo finale della fattura (inclusa l'imposta sul valore aggiunto) che derivano dalla rivendita nei confronti dei suoi clienti o di terzi. Accettiamo questa cessione di crediti. Il trattamento e l'elaborazione della merce soggetta a riserva di proprietà viene effettuato da noi in qualità di produttori ai sensi del § 950 BGB. Se gli oggetti di diversi proprietari sono collegati tra loro attraverso la lavorazione, la nostra proprietà si estende ad una quota di comproprietà che corrisponde al rapporto tra il valore della merce da noi fornita e gli altri beni lavorati al momento della lavorazione. Il prezzo concordato viene considerato come valore della merce. Se la nostra merce soggetta a riserva di proprietà viene venduta dall'acquirente insieme ad altri beni, la cessione dell'acquirente si riferisce ad un importo parziale di primo rango del credito del prezzo di acquisto pari al valore fatturato della merce soggetta a riserva di proprietà da noi fornita. Se l'acquirente ha un conto corrente presso il suo cliente, la cessione si riferisce al credito a saldo alla fine di un periodo di fatturazione.

5.3 L'acquirente ha il diritto di riscuotere il suo credito nei confronti del terzo. Possiamo revocare l'autorizzazione all'incasso se il cliente cessa di pagare, se viene aperta una procedura d'insolvenza sul suo patrimonio, se viene presentata una domanda per l'apertura di tale procedura o se il cliente si trova in un altro momento di collasso finanziario. In caso di revoca dell'autorizzazione all'incasso, il cliente è tenuto a rivelare i crediti ceduti a noi e ai loro debitori, a fornire tutte le informazioni necessarie per l'incasso dei crediti, a consegnare i documenti e a notificare la cessione al debitore.

5.4 Il cliente è tenuto ad indicare i nostri diritti in caso di possibili pignoramenti da parte di terzi e ad informarci immediatamente. Nella misura in cui il terzo non sia in grado di rimborsarci le spese giudiziarie e stragiudiziali di una causa ai sensi del § 771 ZPO, il cliente è responsabile delle spese da noi sostenute. Per la durata della riserva di proprietà, la costituzione in pegno, il trasferimento della proprietà a titolo di garanzia, il leasing o altra disposizione della merce soggetta a riserva di proprietà che leda i nostri diritti di garanzia è consentita solo con il nostro previo consenso scritto.

5.5 Siamo autorizzati a recedere dal contratto e a richiedere la restituzione della merce soggetta a riserva di proprietà in caso di comportamento del cliente in violazione del contratto, in particolare in caso di ritardo nel pagamento o di violazione di uno degli obblighi di cui sopra. In tal caso, abbiamo il diritto di entrare nei locali del cliente per prendere possesso della merce soggetta a riserva di proprietà nell'ambito dell'esercizio della riserva di proprietà. Tutti i costi da noi sostenuti per il ritiro della merce e la difesa della proprietà riservata o l'incasso dei crediti ceduti sono a carico del cliente. I costi di restituzione e di utilizzo sono fissati al 15% del ricavato dell'utilizzo più l'imposta sul valore aggiunto applicabile senza prova; è riservato il diritto di fornire la prova di costi di utilizzo superiori o inferiori. Il ricavato della vendita viene accreditato al cliente al netto di tutte le spese sostenute.

5.6 Se il valore delle garanzie esistenti supera di oltre il 10% i crediti da garantire, su richiesta del cliente siamo obbligati a svincolare le garanzie in forma scritta.

5.7 In caso di emissione di una cambiale o di un assegno in relazione al pagamento del prezzo d'acquisto da parte del cliente, la riserva di proprietà e il credito su cui essa si basa non scadrà fino a quando la cambiale o l'assegno non saranno stati onorati o accreditati senza riserve.

 

6. difetti di materiale

6.1 Il cliente è tenuto a controllare la merce ricevuta immediatamente dopo il ricevimento per verificarne l'integrità, la completezza e i difetti e a notificare i difetti immediatamente dopo il ricevimento della merce sotto forma di testo, altrimenti si esclude l'affermazione del diritto di garanzia e la merce si considera approvata, a meno che il difetto non fosse riconoscibile durante l'ispezione. Se un tale difetto si manifesta in un secondo momento, la notifica deve essere effettuata immediatamente anche in forma di testo, altrimenti la merce si considera approvata. L'onere della prova per tutti i presupposti del reclamo, in particolare per il difetto stesso, per il momento della scoperta del difetto e per la tempestività della denuncia dei vizi è a carico dell'acquirente. La nostra responsabilità ai sensi del § 444 BGB rimane invariata.

6.2 Il diritto di garanzia del cliente è inizialmente limitato all'adempimento successivo. Dopo due tentativi falliti di rimediare al difetto, l'acquirente ha diritto a tutti gli altri diritti di garanzia previsti dalla legge. Abbiamo la scelta di effettuare l'adempimento successivo o con l'eliminazione del vizio o con la consegna successiva, a meno che non vi siano interessi particolari e riconoscibili del cliente che escludano una delle due possibilità di eliminazione.

6.3 Abbiamo il diritto di rifiutare l'adempimento successivo fino a quando il cliente non abbia pagato una parte proporzionale del compenso pattuito. Una ritenzione del pagamento è possibile solo nella proporzione in cui il valore della merce in condizioni di assenza di difetti sarebbe stato in relazione al valore effettivo al momento della conclusione del contratto. Ciò non vale se la merce consegnata è un articolo uniforme e noi scegliamo di consegnare un articolo privo di difetti nell'ambito dell'adempimento successivo.

6.4 Sono esclusi i reclami del cliente per le spese necessarie all'adempimento successivo, in particolare le spese di trasporto, di viaggio, di manodopera e di materiale, se le spese aumentano perché la merce è stata successivamente consegnata in un luogo diverso dalla filiale del cliente, a meno che la consegna non corrisponda all'uso previsto.

6.5 Non sussiste alcun diritto di garanzia per difetti materiali se l'oggetto della fornitura si discosta in modo irrilevante dalla qualità e dall'utilizzabilità contrattuale, a meno che ciò non metta il cliente in una situazione di svantaggio irragionevole, tenuto conto dei suoi interessi.

6.6 I reclami per difetti non sussistono neppure se si basano sulle seguenti cause: uso eccessivo o improprio, usura naturale, guasto di componenti dell'ambiente dell'impianto, errori di software non riproducibili, montaggio o messa in funzione difettosi da parte del cliente o di terzi, materiali di esercizio inadatti e influenze chimiche, elettrochimiche o elettriche, a meno che non siamo responsabili delle suddette cause. L'esclusione dei crediti vale anche in caso di modifica o riparazione successiva da parte del cliente o di terzi, a meno che tale modifica o riparazione non impedisca l'analisi e l'eliminazione di un difetto materiale.

6.7 Le richieste di risarcimento basate su un difetto materiale si estinguono entro un anno dall'inizio del termine di prescrizione legale. Nella misura in cui la legge prescrive termini di prescrizione più lunghi per i contratti di vendita ai sensi del § 438 comma 1 n. 2 del BGB (Codice Civile tedesco) per gli edifici e gli oggetti per edifici, tali termini rimangono in vigore. Lo stesso vale nella misura in cui la legge prescrive termini di prescrizione più lunghi per contratti di lavoro e servizi ai sensi del § 634 a comma 1 n. 2 BGB (Codice civile tedesco) per edifici e servizi di pianificazione e controllo il cui successo consiste in un'opera. Restano impregiudicate anche le altre disposizioni speciali di legge sulla prescrizione (in particolare il § 438 comma 1 n. 1, comma 3, §§ 444, 445b BGB). I termini di prescrizione legali si applicano anche in caso di violazione degli obblighi per dolo o colpa grave, in caso di occultamento fraudolento di un difetto, in caso di lesioni alla vita, al corpo o alla salute da parte nostra e in caso di violazione degli obblighi ai sensi della legge sulla responsabilità per danno da prodotti.

 

7. difetti di titolo di proprietà

7.1 Siamo responsabili per la violazione di diritti di terzi solo nella misura in cui la nostra prestazione viene utilizzata in conformità al contratto e in particolare nell'ambiente di utilizzo previsto dal contratto. La responsabilità per la violazione di diritti di terzi è accettata solo all'interno dell'Unione Europea e nel luogo in cui il servizio viene utilizzato in conformità al contratto.

7.2 In caso di rivendicazioni nei confronti del cliente a causa della violazione dei diritti di terzi, il cliente è tenuto a comunicarcelo immediatamente sotto forma di testo per darci la possibilità di respingere le rivendicazioni rivendicate.

7.3 Nel caso in cui la nostra prestazione violi i diritti di terzi, a nostra discrezione

  • fornire al cliente i diritti d'uso del servizio ineccepibili o
  • rendere il nostro servizio esente da violazioni legali o
  • riprendere il servizio reso da noi se un altro rimedio non è possibile a costi ragionevoli. Gli interessi del cliente vengono presi in considerazione in modo adeguato.

7.4 Le rivendicazioni dovute a vizi di proprietà cadono in prescrizione ai sensi della disposizione di cui al paragrafo 6.7.

 

8. limitazione di responsabilità

8.1 Siamo responsabili:

  • secondo la legge sulla responsabilità del prodotto
  • per i danni derivanti da lesioni alla vita, all'incolumità fisica o alla salute di cui noi, i nostri rappresentanti legali o agenti ausiliari siamo responsabili e
  • per tutti i danni causati da noi e dai nostri rappresentanti legali o ausiliari intenzionalmente o per grave negligenza.

8.2 In caso di lieve negligenza, rispondiamo solo per la violazione di obblighi contrattuali sostanziali (obblighi il cui adempimento è essenziale per la corretta esecuzione del contratto e sul cui rispetto la parte contraente fa regolarmente affidamento e su cui può fare affidamento), ad eccezione dei casi specificati al punto 8.1. In questo caso, la nostra responsabilità per danni materiali e perdite finanziarie è limitata ai danni prevedibili tipici del contratto. In caso di consegne e/o consegne errate, non saremo responsabili per i danni conseguenti, ad eccezione dei casi specificati al punto 8.1.

8.3 Siamo responsabili della perdita di dati solo nella misura delle spese necessarie per il ripristino dei dati con un adeguato backup dei dati.

8.4 Il paragrafo 6.7 si applica per analogia al termine di prescrizione.

 

9. deterioramento della situazione finanziaria dell'acquirente/cancellazione dell'ordine

9.1 Se il cliente diventa insolvente dopo la conclusione del contratto, se viene presentata una richiesta di apertura di una procedura d'insolvenza o di una procedura analoga in altri sistemi giuridici, se viene presentata una richiesta ai sensi del § 270 b del Codice di insolvenza o se dopo la conclusione del contratto si verificano circostanze che influiscono in modo significativo sulla solvibilità del cliente, possiamo rifiutare la nostra consegna fino a quando il corrispettivo non è stato effettuato o il cliente non ha fornito garanzie per la stessa. Lo stesso vale se i fatti che giustificano il sostanziale deterioramento del patrimonio dell'acquirente ci sono noti solo dopo la conclusione del contratto, anche se erano già presenti prima della conclusione del contratto.

9.2 Se il cliente non effettua la controprestazione entro un periodo di tempo ragionevole e/o non fornisce garanzie per la sua controprestazione entro un periodo di tempo ragionevole, abbiamo il diritto di recedere dal contratto e/o di scegliere un indennizzo. Inoltre abbiamo il diritto di opporci alla rivendita o all'ulteriore lavorazione della merce fornita con riserva di proprietà e di richiedere l'immagazzinamento separato della merce con riserva di proprietà finché l'acquirente non abbia adempiuto al suo obbligo di prezzo d'acquisto per la merce ancora disponibile con riserva di proprietà o non abbia fornito una garanzia per un importo corrispondente. Il nostro diritto di recedere dal contratto rimane inalterato. Se scegliamo il risarcimento dei danni, possiamo addebitare un indennizzo forfettario pari al 15% del valore dell'ordine più IVA, oltre ai costi già sostenuti. Ci riserviamo il diritto di fornire prove di danni inferiori o superiori.

 

10. sconti, bonus e altri benefici

Sconti, bonus, sussidi per i costi di pubblicità o altri benefici concessi in funzione del fatturato totale dell'acquirente entro un certo periodo di tempo si verificano solo se, quando tali benefici sono concessi, non vi sono chiare indicazioni che l'acquirente cesserà l'attività, cesserà i pagamenti o diventerà insolvente nel periodo successivo. Nella misura in cui abbiamo già concesso le suddette prestazioni in anticipo a titolo di pagamento anticipato prima della scadenza del rispettivo periodo, possiamo richiederle al cliente se alla scadenza del rispettivo periodo esistono le chiare indicazioni di cui alla frase 1.

 

11. Varie

11.1 Per l'esclusione di ogni ulteriore riferimento al diritto internazionale privato tedesco si applica il diritto tedesco. È esclusa l'applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite sulla vendita internazionale di beni (CISG).

11.2 Se il cliente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico, il foro competente per tutte le controversie derivanti dal presente contratto, comprese le azioni su cambiali e assegni, sarà la nostra sede legale o, a nostra discrezione, la sede del cliente. Lo stesso vale se il cliente non ha un foro competente generale in Germania o se il suo domicilio o la sua dimora abituale non sono noti al momento della proposizione dell'azione.

11.3 Se non diversamente concordato, il luogo di adempimento per le nostre prestazioni e forniture è la nostra sede legale; ciò vale anche per le responsabilità del cliente.

11.4 Nella misura in cui siamo obbligati a ritirare gli imballaggi o la merce in base alle disposizioni di legge, il cliente li mette gratuitamente a disposizione presso il nostro magazzino di distribuzione.